Spanish Italian       





HOME     

ASSICURATORI          

PIANI ASSICURATIVI        

COME SCEGLIERE        

RISORSE          

CHI SIAMO          

CONTATTACI          

CHIEDI UNA QUOTAZIONE          

 

Calcoli renali

 

Top

Calcoli renali: quali sono le cause?

  I calcoli renali, chiamati anche nefrolitiasi o uroliti, sono piccoli aggregati duri di cristalli di minerali e sale che possono formarsi in qualsiasi parte del tratto urinario, ma più frequentemente nei reni. Normalmente, minerali e sali contenuti nelle urine non formano cristalli, ma sono dissolti nella parte acquosa delle urine grazie alla presenza, nelle urine, di alcune sostanze che inibiscono la formazione di cristalli. Tuttavia, la capacità delle urine di mantenere i minerali e sali in soluzione non è infallibile e quando la loro concentrazione supera un determinato livello critico, è possibile la formazione di calcoli renali.

  La formazione di calcoli renali è un processo di due fasi: inizialmente si forma un submicroscopico nucleo di cristallo e precipita dalla soluzione. Poi le diverse particelle di cristalli aumentano di volume e aggregano per formare una pietra (o calcolo) di dimensioni variabili. Le pietre più piccole sono generalmente in grado di passare liberamente attraverso le vie urinarie e uscire del corpo, mentre quelle più grandi rimangono spesso all'interno del tratto urinario e di solito hanno bisogno di essere sciolte medicalmente o rimosse chirurgicamente.  

 In generale i sintomi compaiono quando le pietre passano dal rene per l'uretere, che è un tubo di piccolo diametro che collega il rene alla vescica. Il segno più caratteristico è un forte dolore nella regione lombare, che si diffonde nell'anca e la regione inguinale, come la pietra passa attraverso il tratto urinario. Altri segni e sintomi come la nausea, il vomito, il sangue nelle urine, il dolore durante la minzione e talvolta la febbre.

L'importanza di altri fattori nei calcoli renali

 I calcoli renali possono essere causati da una varietà di fattori (genetici, dietetici o infettivi) e di solito variano nella loro composizione chimica a seconda della causa. Le pietre di calcio (che di solito sono composte principalmente di ossalato di calcio) sono le pietre più comuni tra le persone. Derivano tipicamente da un aumento della concentrazione di calcio o di ossalato nelle urine per una varietà di cause, tra cui un eccessivo consumo di cibi contenenti di ossalato (come spinaci, noci, cioccolato, patate, semi di soia, e fragole), elevate assunzioni di vitamina D da integratori e di alcuni disturbi digestivi che causano un assorbimento superiore di ossalato o di calcio dall'intestino. Altri tipi di calcoli renali possono derivare da infezioni delle vie urinarie (calcoli di struvite), disidratazione o elevato consumo di proteine (calcoli di acido urico) o alcune malattie ereditarie metaboliche, come la cistinuria che causa una secrezione eccessiva di aminoacido cistina nelle urine che porta alla formazione di calcoli di cistina.  

 Il trattamento* dei calcoli renali varia a seconda della dimensione delle pietre e della gravità dei sintomi. Quando le pietre sono di piccole dimensioni e non causano sintomi o solo un lieve fastidio e dolore, bere 2-3 litri di acqua al giorno di solito è sufficiente per trattare la condizione, permettendo alle pietre di passare spontaneamente. In questo caso, il dolore lieve o disagio provocato dal passaggio delle pietre può essere efficacemente controllato prendendo antidolorifici.

 Tuttavia, quando le pietre sono troppo grandi per passare o causano gravi sintomi come il sanguinamento delle vie urinarie o danni ai reni, il trattamento è di solito più invasivo e può comportare la rottura delle pietre con le onde sonore, dette anche onde d'urto (al fine di ridurre le pietre in piccoli frammenti facilmente eliminabili) o, in alternativa, la loro rimozione chirurgica o endoscopica.

 I calcoli renali sono spesso ricorrenti. Questo è il motivo per cui molti pazienti devono prendere misure preventive dopo il trattamento, al fine di evitare che succeda di nuovo. La prevenzione dei calcoli renali di solito comporta cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, come bere molta acqua ogni giorno, evitare o limitare i cibi ricchi di ossalato, ridurre le proteine animali nella dieta e prendere con cautela gli integratori di calcio. Inoltre, alcuni farmaci (come gli agenti di urina alcalinizzanti o antibiotici) possono essere prescritti dal medico per ridurre il rischio di formazione di calcoli renali.

  Le persone che soffrono o sono a rischio di avere calcoli renali dovrebbero disporre di un adeguato piano internazionale di assicurazione sanitaria prima che i calcoli renali si manifestino al fine di coprire il costo dell'eventuale della terapia e dei trattamenti preventivi.



Se volete mettere sotto copertura voi o la vostra famiglia da inattese condizioni mediche potete richiedere un preventivo gratuito; vi aiuteremo a scegliere il più appropriato piano internazionale di assistenza sanitaria.
 

 International Health insurance plans è un broker di assicurazione sanitaria globale. Abbiamo costruito buone relazioni con i principali fornitori di assicurazione medica internazionale. Offriamo una consulenza gratuita per aiutarvi a scegliere la vostra assicurazione medica personalizzata in una gamma di soluzioni di assicurazioni sanitarie internazionali. Potete inoltre contattarci per maggiori informazioni. La nostra offerta è totalmente gratuita.

* Chiedete sempre il consiglio professionale di un medico qualificato prima di qualsiasi trattamento.



Line
Copyright 2009~2020 International Health Insurance Plans. All rights reserved